21 marzo – Giornata internazionale per l’eliminazione della discriminazione razziale

1853

Si celebra oggi, domenica 21 marzo, la Giornata internazionale per l’eliminazione della discriminazione razziale. 

La Giornata venne istituita dall’Assemblea generale delle Nazioni Unite il 26 ottobre 1966 con la risoluzione 2142 (XXI); la data del 21 marzo ricorda l’anniversario del massacro avvenuto nel 1960 a Sharpeville (Sud Africa), allorchè, in occasione di manifestazioni di protesta contro le leggi sui passaporti interni – adottate dal governo sudafricano per segregare la popolazione di colore – la polizia aprì il fuoco contro i dimostranti, uccidendone 69 e ferendone 180. 

Da allora, si sono moltiplicati gli sforzi e le iniziative di sensibilizzazione promosse dalle Nazioni Unite per sconfiggere il razzismo, tra le quali spicca la Convenzione internazionale sull’eliminazione della discriminazione razziale

L’edizione 2021 della giornata è intitolata “Giovani che si oppongono al razzismo” (“Youth standing up against racism”), e mira a evidenziare l’impegno profuso dai giovani nelle più recenti manifestazioni contro il razzismo in più parti del Mondo, attraverso una pervasiva e capillare opera di mobilitazione digtale e reale.

In occasione della Giornata internazionale, l’Unione europea ha organizzato, nella giornata di venerdì, il Vertice europeo contro il razzismo (European Anti-Racism Summit), promosso dalla Commissione europea, dalla Presidenza portoghese del Consiglio dell’UE e dall’Intergruppo per la diversità e l’antirazzismo del Parlamento europeo (ARDI) con la partecipazione di rappresentanti delle istituzioni europee e internazionali e della società civile, per confrontarsi in merito al Piano d’Azione europeo contro il razzismo adottato lo scorso settembre.

Per approfondire: la giornata sul portale delle Nazioni Unite, il vertice europeo contro il razzismo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here