SURE: Proseguono le erogazioni a favore degli Stati membri

58
Il 26 marzo 2021, la Commissione europea ha erogato 13 miliardi di € 6 Stati membri nella sesta tranche di prestiti, definiti “obbligazioni sociali”, nell’ambito di SURE, lo strumento di sostegno europeo da 100 miliardi di €, adottato nel maggio del 2020 per attenuare il rischio di disoccupazione dovuto all’emergenza sanitaria da Covid-19.

Tali prestiti aiuteranno Repubblica Ceca, Belgio, Spagna, Irlanda, Italia e Polonia ad affrontare gli aumenti della spesa pubblica per il mantenimento dell’occupazione, come ad esempio i costi di riduzione dell’orario lavorativo e altre simili misure

L’emissione, che ha suscitato forte interesse negli investitori, comprende due obbligazioni, una da 8 miliardi di € con scadenza a marzo 2026 e una da 5 miliardi di € con scadenza a maggio 2046.

Finora 17 Stati membri dell’UE hanno ricevuto 75,5 miliardi di € sotto forma di prestiti back-to-back, ma l’evoluzione della situazione pandemica ha portato Belgio, Cipro, Grecia, Lettonia, Lituania e Malta a fare richieste formali di assistenza finanziaria aggiuntiva, in seguito alle quali la Commissione ha proposto al Consiglio di concedere altri 3,7 miliardi di € sotto forma di prestiti.

I dati parlano chiaro e mostrano il ruolo cruciale svolto da SURE nel cercare di limitare i danni economici e sociali della pandemia. La prima relazione semestrale della Commissione su SURE mostra, infatti, che tale strumento ha raggiunto il proprio obiettivo di sostenere 25-30 milioni di lavoratori e tra 1,5 e 2,5 milioni di imprese, risparmiando ai governi circa 5,8 miliardi di € in pagamenti di interessi.

Complessivamente 19 paesi dell’UE riceveranno 94,3 miliardi di € di sostegno finanziario e, per fronteggiare le richieste degli Stati membri per il 2021, la Commissione raccoglierà dai mercati altri 13-15 miliardi di €.

Dalle dichiarazioni di alcuni membri del Collegio, tra i quali la Presidente Ursula von der Leyen e i commissari Johannes Hahn, Paolo Gentiloni e Nicolas Schmit, emerge l’orgoglio per lo sforzo collettivo europeo e la grande fiducia riposta nel programma SURE.

Per approfondire: il comunicato della Commissione europea, il sito web SURE, comunicazione introduttiva sulla sesta emissione di obbligazioni, scheda informativa SURE – Supporto agli Stati membri per aiutare a proteggere i posti di lavoro e i lavoratori, domande e risposte: la Commissione propone SURE

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here