Parlamento europeo: il resoconto della plenaria di luglio

114

Si è recentemente conclusa l’ultima plenaria estiva del Parlamento europeo, svoltasi dal 4 al 7 del corrente mese a Strasburgo. 

Tra i principali provvedimenti adottati, spiccano la Legge sui Mercati Digitali dell’UE – attraverso la quale l’UE intende, tra le altre cose, limitare l’influenza delle grandi piattaforme e promuovere l’interoperabilità tra piattaforme di messaggistica – e la Legge sui Servizi Digitali, finalizzata a garantire agli utenti un maggior controllo sui contenuti che vedono online, a introdurre limitazioni alla pubblicità mirata e ad aumentare la sicurezza degli acquisti online. 

Sul versante sanitario, il Parlamento ha sollecitato l’adozione di provvedimenti in materia di salute mentale da parte dell’Unione europea, allo scopo di far fronte ai problemi di salute mentale legati al lavoro nel contesto post-covid; in particolar modo, si sollecita l’adozione di una normativa europea in materia di telelavoro che ne disciplini le condizioni e mitighi i potenziali effetti nocivi sulla salute mentale. Il Parlamento ha inoltre proposto di dichiarare il 2023 “Anno europeo della buona salute mentale”.

L’Europarlamento ha altresì preso posizione in materia di aborto, esprimendo la propria censura nei confronti della recente decisione della Corte Suprema degli Stati Uniti d’America e proponendo l’inclusione del diritto all’aborto nella Carta dei diritti fondamentali dell’UE.

Nel corso della sessione, il Primo Ministro Ceco Petr Fiala ha inoltre presentato il programma di lavoro del proprio governo per la presidenza di turno del Consiglio dell’Unione europea, che si protrarrà per tutto il secondo semestre di quest’anno. 

Tra gli altri principali provvedimenti adottati, si segnalano:

La prossima plenaria avrà luogo dal 12 al 15 settembre a Strasburgo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here