Nel 2013 un milione di nuovi cittadini UE

Secondo i dati Eurostat, nel 2013, gli Stati membri dell’UE hanno concesso la cittadinanza a quasi 1 milione di persone, registrando così una crescita del 20% rispetto al 2012.  L’89% delle persone che hanno ottenuto la cittadinanza UE nel 2013 erano provenienti da paesi extra-europei.

I principali destinatari sono state persone provenienti da: Marocco (86’500 di cui l’84% ha acquisito la cittadinanza in Spagna, l’Italia o Francia ), India (48’300 , dei quali i tre quarti  hanno acquisito la cittadinanza britannica), Turchia (46’500, il 60% ha acquisito la cittadinanza tedesca), Colombia (42’000, il 93% ha acquisito la cittadinanza spagnola), Albania (41’700, il 95% ha acquisito la cittadinanza in Grecia e in Italia) ed Ecuador (40’400, il 95% ha acquisito la cittadinanza spagnola). I cittadini Rumeni e i Polacchi sono stati i due gruppi più grandi di cittadini dell’UE ad acquisire la cittadinanza di un altro stato membro dell’UE.

I tassi di naturalizzazione più alti si sono registrati in Svezia, Ungheria e Portogallo.Il tasso di naturalizzazione è il rapporto tra il numero di persone che hanno acquisito la cittadinanza di un paese in un anno rispetto al numero degli stranieri residenti nello stesso paese all’inizio dell’anno. Dei cinque Stati membri dell’UE che hanno concesso il maggior numero di cittadinanze nel 2013, il tasso di naturalizzazione è stato superiore alla media UE in Spagna (4,5) e nel Regno Unito (4,2), mentre al di sotto della media UE in Francia (2,4), Italia (2,3) e la Germania (1,5).

 

Approfondimento

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here