Integrazione dei rom, più risorse non bastano

1229

Secondo l’ultimo Rapporto annuale della Commissione europea sull’implementazione del quadro europeo per l’integrazione dei rom, pubblicato il 18 giugno scorso, gli Stati membri hanno aumentato gli stanziamenti ma che, nello stesso tempo si assiste a un «preoccupante aumento dell’antitziganismo nei discorsi e negli atteggiamenti».

Tra gli aspetti positivi evidenziati dalla Commissione nel Rapporto: figurano il già citato aumento dei fondi (90 miliardi di euro nell’ambito del Fondo sociale europeo e del Fondo europeo di sviluppo regionale), i sempre più frequenti i piani locali per l’integrazione, la sempre più stretta collaborazione con i punti di contatto nazionale in vista di un ottimale uso delle risorse e il miglioramento dei dispositivi di monitoraggio delle politiche da parte di molti Stati membri.

A preoccupare sono invece l’antitziganismo, gli incitamenti all’odio e i crimini a esso ispirati o aggravati che risultano in aumento in tutte le società europee.

Nonostante gli sforzi compiuti per applicare in maniera sempre più stringente le norme antidiscriminazione, e nonostante la crescente collaborazione tra autorità locali e società civile, la strada da fare resta molta e la Commissione propone la creazione di piattaforme nazionali per l’integrazione.

Approfondisci 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here