Il Consiglio Affari generali dell’Unione Europea adotta nuove misure contro la Siria.

1064

Le conclusioni adottate dal Consiglio UE del 14 novembre condannano ancora una volta la brutale repressione in corso in Siria che, secondo le stime dell’ONU, ha causato la morte di 3500 persone dall’inizio delle proteste nel marzo scorso.
Il Consiglio saluta inoltre gli sforzi fatti dalla Lega Araba per mettere fine alle violenze e iniziare quella transizione democratica che il popolo siriano chiede da otto mesi a questa parte. Sostiene la decisione presa di espellere la Siria dalla Lega Araba, segnando così un ulteriore passo avanti nell’isolamento del regime siriano.
L’Unione Europea, nel condannare la repressione del regime siriano, ha anche deciso ulteriori sanzioni: ha sospeso tutti i versamenti dei prestiti accordati dalla Banca Europea per gli Investimenti alla Siria e continua ad individuare le persone responsabili o associate alla repressione e che traggono benefici dal regime.
Sulla base delle conclusioni adottate dal Consiglio Europeo del 23 ottobre scorso, l’Unione Europea si impegna ad adottare e attuare ulteriori sanzioni finchà© il regime siriano non cesserà   la sua violenta repressione contro la popolazione civile.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here