Eurostat: sono l’85% in più le richieste d’asilo presentate in UE rispetto al 2014

Recentemente è stato pubblicato un dossier Eurostat riguardante lo stato delle richieste d’asilo in Europa. Nel documento sono stati diffusi dati allarmanti sul grande aumento di presentazione di domande di asilo, che ha registrato un incremento pari all’85% in più rispetto a quelle presentate durante il 2014.

Dal documento si evince infatti che dall’aprile al giugno 2015 più di 210 mila richiedenti asilo hanno fatto domanda per la prima volta per la protezione internazionale in Unione Europea. Questo dato sottolinea un incremento del 15% in più rispetto al primo trimestre del 2015, e dell’85% in più rispetto al secondo trimestre del 2014.

Le nazionalità che hanno composto la maggior parte delle richieste sono quella Siriana e Afgana, e gli Stati in cui la maggior parte delle richieste sono state presentate sono la Germania, l’Ungheria, l’Austria, l’Italia, la Francia e la Svezia.

Se si compara il numero di richiedenti asilo con la popolazione di ogni Stato membro, il maggiore rapporto popolazione/richiedenti asilo è registrato in Ungheria, seguita da Austria, Svezia e Germania, mentre i numeri più bassi si registrano in Slovacchia, Croazia, Romania, Slovenia, Lituania, Portogallo e Repubblica Ceca. Il rapporto numerico rappresentato da questi dati può essere rappresentato contando circa 420 richiedenti asilo per milione di abitanti dell’Unione Europea nel secondo trimestre dell’anno corrente.

Infine, secondo l’Eurostat, più di 600 mila persone vedono la loro richiesta bloccata e in attesa di risposta. Questo dato sottolinea il sovraccarico di lavoro delle autorità nazionali in questo momento, accumulo che viene registrato maggiormente in Stati come la Germania, seguita dalla Svezia, Italia, Francia, Regno Unito e Grecia.

Approfondisci

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here