Diari d’Europa #33 – Piccole e grandi solidarietà europee

39

Piccole e grandi solidarietà europee

Sono giorni in cui si discute animatamente della solidarietà finanziaria ed economica europea, di grandi cifre, di prestiti, di MES, di Eurobond, di ¨Piano Marshall”, di Piano Sure e di Covid Tax.

Ma, al di là di quella solidarietà così faticosa da attuare, ne esistono altre, meno evidenti e certamente meno esposte ai riflettori dell’attualità quotidiana del Coronavirus. Fra queste la costituzione da parte della Commissione europea di una scorta strategica di attrezzature mediche, denominata RescEU, tra cui ventilatori e mascherine protettive, per aiutare tutti i Paesi dell’UE ad affrontare la pandemia di Covid19.

Il primo Paese ad accogliere fisicamente parte della scorta strategica dell’Unione è stata la Romania che ha voluto inaugurare con l’Italia il suo primo volo di solidarietà europea. Ha infatti inviato, in uno dei giorni più importanti per il nostro Paese, un consistente carico di mascherine FFP2 per il personale medico. 

Piccola solidarietà europea, ma solidarietà comunque.  

1 COMMENTO

  1. “Am întâlnit acolo o solidaritate foarte mare a personalului medical și a comunității” (https://www.bihon.ro/stirile-judetului-bihor/exclusiv-medic-oradean-revenit-din-italia-dr-alin-suciu-italienii-au-inteles-foarte-bine-medicina-incomoda-ca-de-razboi-2148277/)
    Lì ho percepito un’altissima solidarietà sia da parte del personale sanitario che della comunità… (tratto dalle prime dichiarazioni rilasciate questa mattina dal dr. Alin Suciu parte del team di medici ed infermieri rumeni volontari in Lombardia)

    Al ritorno in Romania l’aereo ha riportato a casa i medici e gli infermieri rumeni partiti il 7 aprile per l’Italia.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here