Diari d’Europa #310 – Ue, crisi e debito pubblico

96

La crisi in corso ha costi molto alti: prima di tutto in vite umane, ma anche per i bilanci pubblici nazionali. Salgono ovunque i livelli dell’indebitamento  pubblico, che oscilla ormai attorno a una media del 100% sul Prodotto interno lordo nell’eurozona.
Sul podio dei Paesi messi peggio la Grecia (200%), l’Italia (154%) e il Portogallo (131%).
Abbondantemente sopra la media dell’eurozona la Francia (116%) e la Spagna (114%). Meglio di tutti sta il piccolo Lussemburgo con il 26%.
Non consola che quasi tutti i Paesi UE registrino aumenti del debito, ancora meno che il secondo Paese più indebitato si permetta anche una crisi di governo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here