Azione umanitaria dell’UE: nuove proposte per far fronte ai bisogni emergenti

53

Approvati aiuti verso Haiti, Caraibi, Moldova

L’impegno dell’Unione europea sul fronte umanitario è tale da porla – insieme ai Paesi membri – al primo posto dei donatori mondiali, fornendo circa il 36% degli aiuti globalmente distribuiti; uno sforzo significativo, quindi, che incontra ampiamente i favori dell’opinione pubblica europea: stando all’ultimo eurobarometro, ben il 91% dei cittadini intervistati ha espresso pareri favorevoli nei confronti delle attività umanitarie dell’Unione. 

La pandemia in corso, tuttavia, ha notevolmente aggravato le situazioni di crisi preesistenti, portando oltre 235 milioni di persone a dover fare affidamento sugli interventi di assistenza umanitaria (+40% rispetto alle stime dell’anno precedente). 

Per far fronte ad un tale incremento del fabbisogno internazionale, la Commissione europea ha recentemente presentato una proposta finalizzata ad incrementare le capacità di risposta umanitaria dell’Unione; tra i principali elementi, figura in primis l’incremento degli strumenti di intervento diretto – mezzi di trasporto, stoccaggio, capacità logistiche, etc. – per operare in situazioni nelle quali non sia possibile ricorrere ai tradizionali mezzi dei partenariati esistenti; 

in secondo luogo, una rinnovata attenzione nei confronti del rispetto del diritto internazionale umanitario, garantendone il pieno rispetto nell’attuazione della politica di sanzioni dell’UE e in un’attenta sorveglianza verso possibili violazioni; infine, l’azione umanitaria dell’Unione rafforzerà ulteriormente l’impegno profuso nella rimozione delle cause che hanno determinato la necessità dell’intervento umanitario, lavorando a stretto contatto con gli attori operanti per il consolidamento della pace e lo sviluppo allo scopo di eliminare alla radice la necessità di azioni umanitarie.

Parallelamente, negli ultimi giorni non sono mancati nuovi stanziamenti per far fronte alle necessità delle diverse aree di crisi nel Mondo:

  • 14 milioni di Euro sono stati impegnati a favore della popolazione di Haiti, allo scopo di fornire generi di prima necessità e proteggere i migranti e le vittime della violenza tra bande che imperversa nel Paese;
  • 3 milioni di Euro finanzieranno interventi volti a migliorare la capacità di resistenza ai disastri naturali nei Paesi dell’area caraibica;
  • oltre 21mila dosi di vaccino anti-covid19 sono state consegnate alla Moldova per sostenere la campagna vaccinale in corso nel Paese.

Per approfondire: l’azione umanitaria dell’UE, gli aiuti verso Haiti e i Paesi dei Caraibi, l’invio di vaccini anti-covid e materiali sanitari alla Moldova

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here