Diari d’Europa #10 – Ursula, non c’è due senza tre

141

Ursula, non c’è due senza tre

Si moltiplicano i messaggi tra Bruxelles e l’Italia, nei due sensi. Oggi è di nuovo il turno di Ursula von der Leyen, presidente della Commissione europea, che con una lunga lettera chiede scusa all’Italia per non aver avuto dall’Unione Europea l’attenzione che meritava.
È questo il suo terzo messaggio. Il primo era stato quello dell’Ursula, mamma di sette figli, che si era rivolta all’Italia con simpatia e ammirazione; il secondo, quello maldestro, della donna politica tedesca, quando aveva risposto picche alla richiesta dell’Italia, e non solo, di mettere in cantiere strumenti di solidarietà come gli “eurobond”.
Oggi è giunto all’Italia il messaggio di Ursula, medico di professione, che forse ha colto meglio la drammaticità della situazione che l’Italia vive insieme alla Spagna e ad altri Paesi UE.
Non sappiamo se ci saranno altri messaggi all’Italia. Se mai fosse, gradiremmo riceverlo da Ursula, ex ministro tedesco della difesa, non con il rumore delle armi, ma con il coraggio di farsi protagonista della difesa dell’Unione Europea e del suo futuro.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here