Comunicato stampa: La Cuneo di Domani è smart

1077

Si è svolto lo scorso 11 gennaio in un gremito Salone d’Onore l’incontro “Cuneo Domani. Verso una smart city metropolitana” sul tema della “città intelligente”.

Promosso dal Comune in collaborazione con APICE, Associazione per l’incontro delle culture in Europa e Agenform, l’appuntamento è parso un’importante tappa del percorso iniziato con il P.I.S.U. e la riqualificazione del centro storico e che proseguirà con investimenti in innovazione e sostenibilità per fare di Cuneo una smart city.

Il presidente di APICE Franco Chittolina ha introdotto i relatori e il tema ricordando il ruolo dell’Unione Europea nelle strategie di innovazione delle aree urbane e, a livello locale, nel processo di rinnovamento che sta interessando la città di Cuneo. È seguito il saluto del Sindaco Federico Borgna, che ha ribadito il ruolo dell’UE e degli investimenti non solo in infrastrutture materiali, ma anche e soprattutto in una visione di società più innovativa e sostenibile basata su modelli virtuosi in ambiti quali ambiente, lavoro, territorio e stile di vita. A questo proposito, non è sfuggito l’accenno a una futura programmazione strategica su base territoriale da realizzare in rete con le amministrazioni e i Sindaci della provincia.

Anna Catasta, presidente del CdIE, Centro di iniziativa europea di Milano, ha presentato l’Agenda urbana europea, il quadro di azione dell’Unione Europea volto a costruire partnership tra istituzioni europee, gli Stati e le città per rafforzare le politiche UE relative alla dimensione urbana e in particolare agli ambiti della transizione energetica, della povertà urbana, dell’integrazione di migranti e rifugiati e del lavoro nelle economie locali.

È infine intervenuto il presidente di IREN Francesco Profumo, che ha illustrato gli strumenti dell’Osservatorio ANCI Smart city per la valutazione del livello di innovazione e sostenibilità delle città italiane. L’obiettivo è mettere a disposizione analisi, ricerche e modelli replicabili ai Comuni decisi a intraprendere il percorso di trasformazione in smart city, o “città amichevoli”, come preferisce definirle l’ex ministro dell’Istruzione.

L’incontro ha offerto ai cittadini un panorama dettagliato e completo del percorso da intraprendere per fare di Cuneo una città intelligente, innovativa, sostenibile e integrata in una visione del futuro europea. È possibile scaricare le schede informative e le slide utilizzate durante l’incontro a questo link.

LASCIA UN COMMENTO