Autori Articoli di Apice

Apice

Apice
1993 ARTICOLI 8 COMMENTI

Ricordando Rinaldo Bontempi coerente e tenace costruttore d’Europa

Ricorre oggi il decimo anniversario della scomparsa di Rinaldo Bontempi , per molti di noi, promotori di cittadinanza europea, un compagno di strada, un esempio da seguire, una persona capace di valorizzare talenti, attivare energie e di avvicinare all'Europa. vogliamo ricordarlo ripubblicando le parole che a lui dedicò il nostro presidente Franco Chittolina nel giorno in cui la sua città lo saltava commossa. Stupiscono queste parole per la loro attualità. Rileggerle oggi e ricordarle domani è un modo per tenere vivo il nostro impegno, il suo ricordo e quella passione comune che ci ha visto lavorare insieme

#EU60: Vivere, studiare e lavorare in Europa

A mio parere l’Europa si sofferma tanto a pensare come dividersi gli immigrati che arrivano e non cerca di risolvere la situazione alla radice. Secondo me, i paesi europei devono investire di più sui paesi poveri dove migliaia di persone partono ogni giorno, alla ricerca di lavoro e di una vita migliore che non hanno trovato nel loro paese. E aprire in questi paesi delle imprese e attività che permettano a queste persone di trovare ricchezza e aprirsi alle innovazioni.

#EU60: Vivere, studiare e lavorare in Europa

Tutti i Paesi dell’UE dovrebbero cercare di accogliere i migranti

#EU60: Vivere, studiare e lavorare in Europa

E’ giusto accogliere i migranti, però siccome il tema centrale è quello dell’Unione Europea, l’Italia non dovrebbe essere sola, ma aiutata!

#EU60: Vivere, studiare e lavorare in Europa

Non dovremmo aiutare le famiglie italiane, con agevolazioni economiche, piuttosto che puntare su nuclei familiari di immigrati? (noi/loro)

#EU60: Vivere, studiare e lavorare in Europa

D’accordo nell’accogliere gli immigrati, ma se nel frattempo eseguono atti terroristici? Stiamo a guardare? (sicurezza)

#EU60: Vivere, studiare e lavorare in Europa

Incontrare e accogliere il diverso significa anche la sicurezza e il coraggio di mettersi in discussione per rispettare la cultura che questa persona porta con sé. bisogna conoscere ciò che si ha davanti per poterlo comprendere e aiutare, inserire nella nostra societ

#EU60: Vivere, studiare e lavorare in Europa

Respingiamo esseri umani reali per proteggere linee immaginarie

#EU60: Vivere, studiare e lavorare in Europa

Una cosa è accogliere, un’altra è far sì che loro si integrino nel modo adeguato (la interpreto come richiesta di spostare l’attenzione dall’emergenza accoglienza a un progetto più lungimirante di convivenza)

#EU60: Vivere, studiare e lavorare in Europa

L’immigrazione dal mio punto di vista è molto importante per la popolazione perché è grazie a loro (immigrati) che passiamo a più alti livelli di generazione (nel senso che si fanno più figli o che “evolviamo” culturalmente?)

#EU60: Vivere, studiare e lavorare in Europa

Si parla e si dice di non aver paura del nuovo, che nel tempo diversi governanti hanno fatto leva su dice essa per raggiungere il potere. Perché allora la DEMAGOGIA sembra essere la tecnica migliore per arrivare lontano?

#EU60: Vivere, studiare e lavorare in Europa

Il sindaco Borgna ha detto di non avere paura. Ma la paura fa parte dell’uomo. in più, ogni giorno, sul giornale o al tg, si sente di omicidi, rapine ecc. compiuti da extracomunitari. Quindi la gente ha sempre più paura nel relazionarsi con questi individui. Non sto dicendo che gli Italiani siano tutti brava gente, però viviamo in una situazione in cui la gente deve avere paura.

#EU60: Vivere, studiare e lavorare in Europa

La paura è curiosa. Noi, l’Europa, dovremmo averne per trovare e provare il giusto cambiamento, che porterà la pace e la libera circolazione di ogni individuo; per lo scambio di ideologie, culture e informazione; per il progresso futuro di ogni Paese, cultura, popolo, nazione. La paura è curiosa, la curiosità attrae, l’attrazione obbliga l’informazione generale, e i popoli, le nazioni… hanno bisogno di informazioni per progredire.

#EU60: Vivere, studiare e lavorare in Europa

Preoccupazioni, paure, resistenze: tre parole veritiere che riflettono la realtà di oggi. Finché chi può fare qualcosa per rivoluzionare e migliorare il futuro è maggiormente influenzato dall’egoismo non cambierà nulla!

#EU60: Vivere, studiare e lavorare in Europa

In cosa consiste l’Europa a 2 velocità?

#EU60: Vivere, studiare e lavorare in Europa

L’Europa è anche un progetto di convivenza di diverse culture, ma al giorno d’oggi ci sono tante discriminazioni tra culture diverse

#EU60: Vivere, studiare e lavorare in Europa

Facciamo fatica a sentirci tutti totalmente italiani, nutriamo ancora molti pregiudizi tra Nord e Sud, come possiamo pensare di sentirci Europei o pensare “bene” degli immigrati? Occorre un cambio di mentalità

La Polonia preoccupa l’Ue

In una raccomandazione inviata al governo polacco, la Commissione europea esprime preoccupazione per la riforma del sistema giudiziario. A preoccupare è il progressivo smantellamento dello...

Giornata di formazione e valutazione alla Certosa

Si è svolta sabato 22 luglio presso la Certosa di Pesio la giornata di valutazione e formazione del gruppo di APICE, qui di seguito...

#EU60: Vivere, studiare e lavorare in Europa

1300 anni hanno portato l’Italia all’unità, la sua identità Nazionale non può e non deve dissolversi nell’omogeneità di un’Europa federale

Ultime news

Schede tematiche

Editoriali e commenti

I nostri autori

Redazione
3002 ARTICOLI0 COMMENTI