Ultimi dati dell’Eurobarometro: cresce la soddisfazione verso l’UE, ma ci si aspetta di più

168

Gli ultimi sondaggi Eurobarometro mostrano che tra i diversi ambiti su cui i cittadini si aspettano più interventi dall’Unione si trovano anche immigrazione, politica economica e uguaglianza di genere. Dall’Italia giungono dati positivi: su quindici temi sondati, gli italiani vedono miglioramenti in dodici.

L’Unione viene percepita molto importante in ambito di politica estera. Sette intervistati su dieci ritengono infatti che l’UE debba fare fronte comune per contrastare la crescente influenza di Putin, l’instabilità dei paesi arabi e gli Stati Uniti sotto la presidenza Trump. Per quanto riguarda gli interessi nazionali, il 58% degli italiani ritiene che vadano presi in considerazione lavorando con gli altri Stati.

I sondaggi mostrano inoltre che negli ultimi due anni la percezione verso L’Ue è migliorata su molti ambiti. In particolare, è stato rilevato che le politiche europee vengono valutate sufficienti nella maggior parte dei casi, tra i quali l’uguaglianza di genere, la politica industriale e la politica estera. Inoltre, in molti ambiti valutati complessivamente non sufficienti, è comunque aumentata la soddisfazione. Ne sono un sono un esempio l’immigrazione (rispetto alla quale il 26% ritiene che l’UE faccia abbastanza, contro il 19% del 2016) e la lotta al terrorismo.

Queste tendenze generali sono la somma delle rilevazioni raccolte nei diversi stati, tra i quali i sondaggi mostrano spesso significative differenze. Il 92% dei greci considera inadeguate le azioni contro la disoccupazione, mentre lo stesso discorso vale solo per il 27% dei cechi.

Per approfondire: il comunicato

LASCIA UN COMMENTO