Giovedì 2 maggio, Cuneo – al via “Riscoprire l’Europa – le sue storie e le sue sfide raccontate dal cinema”

634

Giovedì 2-9-16-23 maggio

Ore 20.45 – Cuneo

“Riscoprire l’Europa – le sue storie e le sue sfide raccontate dal cinema”

Diffondi l’evento su facebook

Nel cammino che avvicina alle elezioni europee il cinema si rivela strumento utile per ragionare su  problematiche e tensioni per lo più comuni ai vari paesi, ma spesso affrontate con sensibilità diverse.

Per questo Apice, La Guida e l’Associazione Mons.Biglia – Sala Lanteri, in collaborazione con Europe Direct Cuneo – Piemonte Area Sud-ovest e con il patrocinio del Comune di Cuneo, propongono una serie di quattro titoli che in qualche modo sollecitino una riflessione.

Il tema scottante dell’immigrazione fa da sfondo ai primi tre titoli:

Stix, di Wolfgang Fischer viene dalla Germania, ma narra una vicenda di respiro europeo. La dottoressa Rike vuole concedersi una pausa sull’isola di Ascensione. Tutto procede bene finché non incrocia un barcone con migranti che chiedono soccorso. È a questo punto che si impone il dilemma etico: avvicinarsi e prestare soccorso, col rischio però di non riuscire a gestire la situazione, oppure allertare i soccorsi lasciando ad altri il compito di aiutare, pur conoscendo le incognite cui vanno incontro?  La sponda della vita è nell’abilità con cui Rike governa la barca, nella ricerca di un paradiso di pace. L’altra riva, quella dei morti, è il barcone. In mezzo lo Stige, il fiume dantesco che accoglie anche gli accidiosi, il peccato che oggi si atteggia a negligenza dell’agire, magari nascosta dietro la mancanza di mezzi (2 maggio).

Libero, di Michel Toesca: dalla scelta alla decisione di schierarsi. In Valle Roja Cédric Herrou da anni offre ospitalità e assistenza a tutti i giovani e le famiglie che restano bloccati sul confine. Li aiuta a superare le montagne sfidando la legge in nome dell’umanità e della dignità delle persone. Più che documentazione dei percorsi sui sentieri alpini, il film è testimonianza amara di disillusione nei confronti della politica priva di soluzioni inclusive che possano rivelarsi inclusive e concrete (9 maggio).

Oltre la notte di di Fatih Akin: la società europea e le  derive neonaziste. Il marito e il figlio di Katja muoiono in un attentato ad Amburgo. Lei è tedesca, suo marito immigrato turco. La giustizia però è lenta nel procedere contro un gruppo di neonazisti responsabili del fatto: Katja è sola a confrontarsi con uno stato latitante e il proprio animo in cui sente crescere lo spirito di vendetta personale. Il terrorismo islamico è il paravento per scelte politiche, per sbrigativi giudizi che conducono a dividere il mondo in “parti” come recita il titolo originale, mentre il film interroga sia sul piano sociale sia su quello individuale circa la risposta da dare alle domande urgenti (16 maggio).

Peterloo, di Mike Leigh 1819 a Manchester migliaia di persone si radunano per chiedere riforme politiche e sociali. Una protesta civile che sfocia in una dura repressione dello Stato. Le rivendicazioni di una popolazione costretta nella miseria e la risposta dei governi alle domande delle nazioni in un film che prima dell’azione privilegia le parole e le idee che vengono messe in campo dalle due parti (23 maggio).

Le proiezioni avranno luogo presso la Sala Lanteri, in via Emanuele Filiberto, a Cuneo, alle ore 20,45.

Ingresso singolo – 3 €

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here