L’ONU, il Medio Oriente e la pace

Giornate intense di negoziati all’ONU in questi ultimi giorni di marzo. Sul tavolo due conflitti situati ambedue nel cuore del Medio Oriente.

Promemoria per l’anno che inizia

Lasciati da parte gli astrologi - peraltro spesso interpellati dai politici, il che la dice lunga su che cosa sia diventata la politica -...

Russia, Ucraina e nuova geopolitica energetica

Anche per l’Ucraina il 25 maggio è stato un giorno di elezioni. Senza i voti di Donetsk, nell’est del Paese, dove nessun seggio è stato aperto, l’oligarca Petro Porosenko è stato eletto Presidente dell’Ucraina al primo turno con circa il 54 per cento dei voti.

L’Europa guarda allo Stato della Palestina

In un contesto regionale mediorientale oggi più che mai attraversato da grandi instabilità, da vecchie e nuove guerre, da confronti religiosi sempre più incrociati con la politica, le attenzioni rivolte recentemente alla Palestina da parte, in particolare, di molti Paesi europei, gettano una luce di speranza sul futuro di negoziati di pace con Israele.

20 giugno, giornata mondiale del rifugiato

Da dieci anni a questa parte si celebra, su iniziativa dell’Assemblea Generale delle Nazioni Unite, la giornata mondiale del rifugiato. L’obiettivo è quello di sensibilizzare l’opinione pubblica su un fenomeno che prende proporzioni sempre più allarmanti e dietro il quale si consumano le tragedie di tante persone che fuggono dalla guerra e dalle violenze.

Con Merkel IV una nuova Europa?

Mancano due settimane ormai dalle elezioni più attese da chi spera in un rilancio dell’Unione Europea.

Una direttivaà¢à¢â€š¬à‚¦ senza origine

Il Trattato di Roma del ’57 prevedeva 4 libertà   di circolazione (merci, persone, servizi e capitali). A distanza di circa 50 anni le merci...

Numeri che inquietano la tranquilla Europa

Molte cose vanno bene o quasi in questa nostra Europa, o almeno questo sembrerebbe se si raffrontano le nostre condizioni di vita rispetto alla...

Proteggere i brevetti o la salute di tutti?

Il tema non è nuovo e la pandemia lo ha fatto riemergere, prima con tutta la cautela del caso e poi, più apertamente, quando...

2014: un bilancio

Sta per concludersi l'anno 2014 e, inevitabilmente, si avvicina anche l'ora dei bilanci. Anno innanzitutto che ha segnato il centenario dell'inizio della prima guerra mondiale e anno in cui - sono le parole di Papa Francesco - il mondo sembra essere entrato in una terza guerra mondiale, ma «combattuta a pezzetti». Non è stato infatti, a livello globale, un anno in cui le speranze di pace abbiano avuto il sopravvento sulle realtà di guerre che si sono accese un po’ ovunque e, in particolare, proprio ai confini di questa nostra Europa.

Guerra fredda tra Turchia e Unione Europea?

Diventa sempre più teso e distante il rapporto fra Unione Europea e Turchia. Lo rivela concretamente la visita ad Ankara dell’Alto Rappresentante UE Josep...

La storia a ritroso

“Il futuro alle spalle” è il titolo di una raccolta di saggi della filosofa Hannah Arendt. Un titolo appena leggermente diverso – “Un grande futuro dietro alle spalle” – da quello di un’intrigante autobiografia di Vittorio Gassman, grande “Mattatore” sulle scene teatrali. Sarebbe interessante oggi riprendere il tema, e applicarlo al mondo e all’Europa, coniugando su passato e futuro le lezioni serie della filosofia con la forza comica della commedia, se non della farsa.

Mercato del lavoro europeo e molteplici mobilità  

Si è svolta l’11 e il 12 settembre scorso a Parigi la Conferenza sulla mobilità   dei lavoratori in Europa. L’evento si pone in una...

Le differenze che ci allontanano dall’Europa

La ricchezza dell’Europa sono le sue differenze. Ma non tutte: ci sono differenze che ci arricchiscono e tra loro si completano, ve ne sono...

Draghi: la strada in salita della ricostruzione

Si può essere – e anche con qualche fondamento – super-Mario fin che si vuole e disporre in Parlamento di una maggioranza “bulgara”, ma...

I “minerali critici” e le sfide del futuro

Se fino ad ora l’accesso a petrolio e gas ha costituito un ingrediente essenziale delle relazioni internazionali e dei rapporti economici e commerciali fra...

Unione Europea, ritorno al futuro

Il Consiglio dei Capi di Stato e di governo, riunito a fine settimana a Versailles, avrebbe dovuto  disegnare il futuro modello di sviluppo europeo, tanto...

Quadro finanziario UE 2021-2027: una strada in salita

E’ partito il 2 maggio il lungo e accidentato cammino che dovrebbe portare l’Unione Europea all’adozione del Quadro finanziario pluriennale 2021-2027 dal quale dipenderanno i futuri finanziamenti europei. Si tratta di un percorso complesso, destinato a concludersi entro la fine dell’anno prossimo, meglio se già fra un anno, prima delle elezioni del Parlamento europeo. #editoriale #EU2027

Ma dove è finita l’Europa?

Che l’Unione Europea viva una stagione particolarmente difficile è sotto gli occhi di tutti. Vi è chi se ne preoccupa, ma anche chi - nostalgico...

OXFAM a Davos : le sconvolgenti disuguaglianze nel mondo

Da 49 anni a questa parte, Capi di Stato e di Governo e altri rappresentanti della grande finanza si ritrovano a #Davos, un piccolo centro nelle Alpi svizzere, per discutere dello stato di salute dell’economia mondiale. Quest’anno il Forum si apre in un clima di pessimismo, dovuto in particolare alle stime al ribasso della crescita mondiale annunciate dal #FMI (Fondo Monetario Internazionale). #editoriale

Editoriali e commenti

Ultime news

Schede tematiche