Europa e Italia al bivio: risanare o affondare

Un vortice di vertici, in questi giorni presso le Istituzioni UE e in Italia. Prima a Francoforte, l'incontro di Merkel e Sarkozy in margine...

Buone notizie dalla Germania

Due notizie, per una volta buone, bucano le nebbie dense che pesano sull'Europa e sono tanto migliori poiché ci giungono da quella Germania, da molti percepita come matrigna, se non addirittura come una minaccia per il futuro dell’Unione Europea.

G20: adesso dalle parole ai fatti?

Il G20 è il club dei venti Paesi più ricchi del pianeta che da soli rappresentano l’80% della ricchezza mondiale, il 75% del commercio...

Iran, tra diritti negati e ruolo geopolitico

Questo 8 marzo 2023, tradizionale giorno internazionale dedicato alle donne, segna cinque mesi di rivolte delle giovani e dei giovani iraniani. Cinque mesi di...

Dalla Grecia un messaggio all’Italia?

“L’Italia non è la Grecia”, hanno ripetuto in questi giorni voci autorevoli: tra queste, le perentorie dichiarazioni del Presidente Giorgio Napolitano e del Presidente del Consiglio Mario Monti; affermazioni analoghe anche da fonti di Bruxelles, ma con toni meno rassicuranti e qualche “distinguo”.

Elezioni in Polonia

Nell’Unione Europea le elezioni si susseguono e non sempre si rassomigliano. Quelle svoltesi in questi ultimi mesi in Ungheria, Slovacchia, Olanda e Belgio hanno...

ITALIAEUROPA: più che mai in una parola sola

Quando nel corso dell’anniversario dei 150 anni dell’Unità d’Italia in molti ci impegnammo a riscoprire la storia e i valori fondanti del nostro Paese e valutare lo stato di salute della nostra coesione nazionale, qualcuno di noi pensò che fosse interessante provare a saldare quell’anniversario con uno più recente, quello dei 60 anni dell’avventura comunitaria europea, avviata nel 1951 con la creazione della “Comunità europea del carbone e dell’acciaio” (CECA).

Orizzonti d’Europa

Stiamo vivendo momenti di grandi cambiamenti e il mondo di oggi non assomiglia già più a quello di cinque anni fa. La pandemia di...

Difesa comune UE: sarà la volta buona?

Oltre settant’anni fa tutto era già chiaro per l’Europa. Basta leggere l’apertura della “Dichiarazione Schuman” del 9 maggio 1950: “La pace mondiale non potrà...

Diari di guerra 20 – Turchia: un ponte con la Russia e con l’Asia

Si è riunito il 12 e 13 ottobre scorsi ad Astana, in Kazakhstan, il sesto Vertice della Conferenza sull’interazione e le misure di rafforzamento...

C’era una volta la miniera…

Era il 23 giugno 1946 quando Belgio e Italia firmarono quella famosa Convenzione che prevedeva l’arrivo di 50.000 lavoratori italiani nelle miniere belghe. Fino al 1957, 303 treni portarono circa 140.000 uomini, 17.500 donne e 29.000 bambini, provenienti per la maggior parte dalle regioni più povere dell’Italia, in particolare dalla Sicilia e dagli Abruzzi.

Europa, tra Russia e Stati Uniti

In questa Europa divisa e disorientata si respira di nuovo aria di guerra fredda. Gli Stati Uniti hanno infatti confermato e attuato la loro intenzione di uscire dallo storico Trattato #INF (Intermediate Range Nuclear Forces – Trattato sulle forze nucleari intermedie), firmato nel lontano 1987 da Ronald Reagan e Michail Gorbaciov.
Photographer: Yasin Bulbul Copyright: © AP - Redistribution of the image not authorised

Turchia, un sultano in difficoltà e un Paese alla ricerca della democrazia

Si sono svolte domenica 31 marzo le elezioni amministrative in Turchia, un test elettorale che, sebbene locale, ha coinvolto contemporaneamente le 81 provincie del...

Turbolenze in arrivo dal Nord Atlantico

Nei giorni scorsi una violenta tempesta, denominata “Ciara”, in provenienza dall’Atlantico settentrionale, ha flagellato prima il Regno Unito e dintorni per poi scendere sul...

Campagna elettorale e populismi

Le campagne elettorali dovrebbero essere un momento alto della vita democratica, l’occasione nella quale al cittadino vengono fornite analisi della situazione, proposte di intervento, obiettivi di lungo periodo. Al cittadino - elettore il compito di farne una valutazione, confrontarla con le proprie opzioni sociali e politiche e tradurre nel voto la sua scelta, affidandone l’esecuzione al partito e alle persone in cui ripone fiducia.

ONU, un orizzonte di pace e democrazia mondiale

In questo mondo oggi privo di un governo mondiale democraticamente eletto e nell’attesa - verosimilmente lunga ma non necessariamente infinita - che questo si...

Clima incerto al Consiglio Europeo

Buone e meno buone notizie sono arrivate i giorni scorsi da Bruxelles. Tra le buone notizie, la probabile entrata in vigore entro l’anno del...

Europa, tra Eurasia e Stati Uniti

Il Vertice Europa - Asia (ASEM) svoltosi a Milano il 16 e 17 ottobre scorso, riunendo intorno al tavolo i Paesi dell’Unione europea, Norvegia, Svizzera e circa 20 Paesi asiatici con in testa Cina e Giappone, oltre alla Russia, ha messo vistosamente in scena la realtà di un mondo multipolare con un asse in rapido spostamento, nonché il ruolo che il continente asiatico sta giocando, da primo attore, come partner globale e come area con la crescita più rapida al mondo.

Quelli che in Europa vanno di traverso

Aveva probabilmente ragione quel provocatore di Altiero Spinelli, visionario ispiratore del federalismo europeo, quando già negli anni ‘40 annunciò alle generazioni future che in...

Cambio alla guida del Parlamento europeo

Tajani è il nuovo presidente. Succedeva ogni due anni e mezzo, questa volta il turno di presidenza al Parlamento europeo si conclude dopo cinque anni...

Editoriali e commenti

Ultime news

Schede tematiche