logo image
Siria e Tunisia, tra la guerra e la difesa della pace

Siria e Tunisia, tra la guerra e la difesa della pace

Era il 15 Marzo 2011 quando per la prima volta, sulla scia dei movimenti delle Primavere arabe in Tunisia e in Egitto, i primi manifestanti siriani scesero nelle strade di Damasco e Aleppo per protestare contro il regime dittatoriale di Bachar al Assad. Da allora sono trascorsi esattamente quattro anni ...

Troppe inquietudini a sud del Mediterraneo

Troppe inquietudini a sud del Mediterraneo

Tante le notizie inquietanti che da mesi ci giungono dalla sponda del Mediterraneo, da quel Medio Oriente in piena trasformazione, dove si stanno ridisegnando nuove frontiere nell’obiettivo di costituire un nuovo Califfato, dove il terrorismo e il vento della guerra jihadista soffia ormai non solo dall’Iraq e dalla Siria, ma attraversa anche gli Stati circostanti, si dirige verso Ovest, ha raggiunto la Libia e ora anche la Tunisia. A guardare una cartina geografica si ha ...

Speranze e preoccupazioni al Consiglio europeo di Bruxelles

Speranze e preoccupazioni al Consiglio europeo di Bruxelles

Come ogni anno, i Capi di Stato e di governo si sono ritrovati, questa settimana, per il Consiglio europeo di primavera a Bruxelles, dove finalmente sembra sia spirata qualche brezza primaverile per l’economia europea. E questo nonostante la crisi greca che invece di avviarsi a soluzione rischia di aggravarsi e le tensioni politiche alimentate ulteriormente dall’attentato di Tunisi....

Partenariato Transatlantico

Partenariato Transatlantico

Ha una sigla che suona male, come finora sono andati piuttosto male i negoziati che lo riguardano. Si chiama “Ttip” (Transatlantic Trade and Investment Partnership) che, tradotto alla lettera dall’inglese, significa: “Partenariato transatlantico per il commercio e gli investimenti” e ha ormai fama di un accordo semi-clandestino, negoziato fino a poco tempo fa quasi segretamente tra l’Unione Europea e gli Stati Uniti d’America, in vista della creazione di una zon...

NEWS RECENTI


Politica di coesione; nuova piattaforma per o scambio di informazioni
26 marzo 2015 | di | Commenta per primo | Leggi →

24 marzo la Commissione Europea ha lanciato TAIEX PEER 2PEER, o PEER 2 PEER, una nuova piattaforma destinata allo scambio di competenze e di buone prassi tra i funzionari pubblici in tutta Europa. Lo scopo di questa piattaforma è quello di migliorare le modalità di spesa e di ...

Le altre news
Schede tematiche

Approfondimenti tematici

MULTIMEDIA


Cultura, Istruzione e Gioventù

E-skills for Jobs: al via la campagna di comunicazione

La presidenza lettone dell'UE ha lanciato una Campagna di comunicazione volta a sensibilizzare sull'importanza delle competenze digitali per la creazione dei posti di lavoro di qua...

In questa sezione

UE nel mondo

Riconoscimento dello Stato di Palestina: il Parlamento europeo vota a favore

Il 17 dicembre 2014 il Parlamento europeo riunito in sessione plenaria ha approvato una risoluzione a favore, «in linea di principio», del riconoscimento dello Stato della Palest...

In questa sezione

Giustizia e diritti fondamentali, migrazioni

Il Parlamento chiede clausole sui diritti umani

l 10 marzo scorso, il Parlamento Europeo ha votato una Risoluzione in cui chiede l’inserimento di clausole di rispetto dei diritti umani in tutti gli accordi internazionali sotto...

In questa sezione

Economia

Mario Draghi in Commissione Parlamentare

Grecia, Quantitaive, Easing e situazione generale. Questi i temi dibattuti da Mario Draghi, presidente della Banca Centrale Europea in occasione della sua audizione alla Commission...

In questa sezione

Politica di coesione e Politica sociale

Politica di coesione; nuova piattaforma per o scambio di informazioni

24 marzo la Commissione Europea ha lanciato TAIEX PEER 2PEER, o PEER 2 PEER, una nuova piattaforma destinata allo scambio di competenze e di buone prassi tra i funzionari pubblici...

In questa sezione

BACHECA APICE

    Sergio Mattarella il nuovo Presidente della Repubblica Italiana

    Riportiamo un brano del discorso pronunciato durante la cerimonia di insediamento del nuovo Presidente della Repubblica Sergio Mattarella:

    […] Il sentimento della speranza ha caratterizzato l'Europa nel dopoguerra e alla caduta del muro di Berlino. Speranza di libertà e di ripresa dopo la guerra, speranza di affermazione di valori di democrazia dopo il 1989.

    Nella nuova Europa l'Italia ha trovato l'affermazione della sua sovranità; un approdo sicuro ma soprattutto un luogo da cui ripartire per vincere le sfide globali. L'Unione Europea rappresenta oggi, ancora una volta, una frontiera di speranza e la prospettiva di una vera Unione politica va rilanciata, senza indugio.

    L'affermazione dei diritti di cittadinanza rappresenta il consolidamento del grande spazio europeo di libertà, sicurezza e giustizia.

    Le guerre, gli attentati, le persecuzioni politiche, etniche e religiose, la miseria e le carestie generano ingenti masse di profughi.

    Milioni di individui e famiglie in fuga dalle proprie case che cercano salvezza e futuro proprio nell'Europa del diritto e della democrazia.

    È questa un'emergenza umanitaria, grave e dolorosa, che deve vedere l'Unione Europea più attenta, impegnata e solidale.

Siti consigliati

  • ASGI
  • ETUC
  • ETUI
  • Euronote
  • ewSpazio Europa Fondazione CRC
  • Il mondo a scuola, a scuola del mondo
  • Osservatorio sociale europeo
  • Ufficio Pastorale Migranti Torino