L’Unione Europea rafforza i suoi aiuti in favore della Somalia

176

In occasione della conferenza di Londra sulla Somalia, la Commissione europea ha annunciato un nuovo pacchetto di aiuti pari a 200 milioni di euro destinato al Paese africano.

L’aiuto allo sviluppo recentemente annunciato transiterà per il fondo fiduciario dell’Unione Europea per l’Africa, che è impegnato a lottare contro le cause profonde della destabilizzazione e delle migrazioni forzate e irregolari.

Il sostegno dell’Unione Europea favorirà l’accelerazione della ripresa economica in Somalia. Si tratta soprattutto di sostenere le riforme necessarie per fare in modo che il Paese riannodi appieno il dialogo con le istituzioni finanziarie internazionali e che possa accedere a finanziamenti multilaterali. Questo sostegno contribuirà ugualmente a gettare le basi di una politica stabile e più incisiva.

L’Unione Europea è un partner di lunga data della Somalia per quanto riguarda l’aiuto allo sviluppo, le operazioni di mantenimento della pace e gli aiuti umanitari. Per il periodo 2015-2020, infatti, la cooperazione dell’UE e degli Stati membri ammonta a 3,4 miliardi di Euro.

Federica Mogherini, Alto Rappresentante per gli Affari esteri e la Politica di sicurezza, ha dichiarato che «l’Europa è interessata al futuro della Somalia e il nostro sostegno è necessario. L’aiuto di 200 milioni di Euro […] rafforza il ruolo di primo piano che l’Unione Europea gioca nel sostegno allo sviluppo, alla stabilità e alla sicurezza del Paese».

Neven Mimica, commissario per la Cooperazione internazionale e lo sviluppo, ha aggiunto che l’Unione Europea è preoccupata «dalla grave siccità che colpisce la Somalia e per le perdite umanitarie da essa causate. Insieme agli Stati membri, abbiamo già fornito più di 460 milioni di Euro in aiuti umanitari e allo sviluppo».

Approfondisci

LASCIA UN COMMENTO