Giornata Internazionale per l’eradicazione della povertà

395

“Rispondendo all’appello del 17 ottobre per eliminare la povertà: un percorso verso società pacifiche e inclusive ”

In un mondo caratterizzato da un livello senza precedenti di sviluppo economico, mezzi tecnologici e risorse finanziarie, il fatto che milioni di persone vivono in condizioni di povertà suscita una profonda indignazione morale. La povertà non è unicamente un problema economico, ma piuttosto un fenomeno multidimensionale che comprende sia la mancanza di un reddito sia l’inesistenza delle capacità di base necessarie per vivere in dignità.

Le persone che vivono in povertà affrontano molti pregiudizi che impediscono loro di gioire dei loro diritti e di uscire dalla loro povertà. Questi pregiudizi sono strettamente collegati e producono degli effetti sinergici, un esempio sono le condizioni di lavoro pericolose, le abitazione malsane, la mancanza di alimenti nutritivi, l’assenza di partecipazione alla vita politica e l’accesso limitato all’assistenza sanitaria.

Quest’anno siamo al 25esimo  anniversario dalla dichiarazione delle Nazioni Unite che, nella risoluzione 47/196 del 22 dicembre 1992, ha fatto del 17 ottobre la Giornata Internazionale per l’eradicazione della povertà. In quel giorno si festeggerà anche il 30esimo anniversario dell’Appello all’Azione di Padre Joseph Wresinski, che ha ispirato questa Giornata.

Quest’anno il tema centrale della Giornata si intitola : “Rispondendo all’appello del 17 ottobre per eliminare la povertà: un percorso verso società pacifiche e inclusive” tema che ci ricorda l’importanza della dignità, della solidarietà e la necessità di aiutare i più svantaggiati. Questi valori sono sottolineati nell’Appello all’azione allo scopo di mettere una fine alla povertà in tutto il mondo.

LASCIA UN COMMENTO