Fondi e competenze dall’UE per la modernizzazione industriale delle regioni

193

La Commissione europea ha lanciato due progetti pilota, rivolti alle regioni dell’UE, volti ad incentivare lo sviluppo della cosiddetta “specializzazione intelligente”: le regioni sono invitate a rispondere positivamente all’appello e ad investire nei settori in cui godono di un vantaggio competitivo in termini di innovazione e resilienza.

Il ruolo dell’Unione Europea è quello di ausilio in questo processo, attraverso l’erogazione di fondi e di consulenze tecniche qualificate.

In particolare, il primo progetto riguarda le regioni che affrontano una transizione industriale e, per questa ragione, soffrono una perdita di posti di lavoro e di competenze. Su richiesta delle singole regioni, la Commissione si dichiara disponibile ad offrire fondi per la concretizzazione delle strategie di trasformazione economica, assistenza mirata in base alle esigenze specifiche del territorio, esperti in grado di fornire un sostegno per la creazione di una rete relazionale più stretta fra imprese, centri di ricerca e università.

Per il secondo progetto, invece, viene stanziato un milione di euro e vengono messi a disposizione appositi gruppi di esperti nel caso di partenariati interregionali nel settore dei big data, della cybersicurezza, dell’invecchiamento demografico e della bioeconomia. I fondi investiti provengono dal Fondo Europeo di Sviluppo Regionale (FESR).

Le candidature da parte delle regioni potranno essere presentate entro il 31 ottobre 2017.

Per approfondire

LASCIA UN COMMENTO