3 ottobre: Giornata della Memoria e dell’Accoglienza – L’Europa inizia a Lampedusa

260

L’Europa inizia a Lampedusa

Il 3 ottobre 2013 persero la vita al largo di Lampedusa 368 bambini, donne, uomini, più un numero indefinito di superstiti. Persone come noi con un nome, una storia e un futuro di sogni e speranze per una vita lontana dalla guerra e dalla povertà.

Un triste evento ma purtroppo non l’unico e non l’ultimo.

Per non dimenticare tutte le vittime che in questi ultimi anni hanno perso la loro vita attraversando un breve tratto di mare è stata istituita con un’apposita legge la “Giornata nazionale in memoria delle vittime dell’immigrazione” per ricordare chi “ha perso la vita nel tentativo di emigrare verso il nostro paese per sfuggire alle guerre, alle persecuzioni e alla miseria”.

La memoria di queste vittime deve smuoverci dall’indifferenza, allontanarci dal rischio della criminalizzazione dei flussi migratori che stanno interessando l’Unione Europea e costringere le Istituzioni ad attuare politiche di solidarietà coerenti e autentiche.

Non costruire nuovi muri e frontiere ma promuovere accoglienza e integrazione. Sempre il 3 ottobre di ventisette anni fa venne abbattuto il muro di Berlino, Germania Est e Germania Ovest vengono riunificate dopo quarantacinque anni di separazione e la Germania tornò ad essere un’unica nazione.

Si inserisce in questo contesto l’iniziativa “L’Europa inizia a Lampedusa” voluta dal Ministero dell’Interno e del Ministero della Pubblica Istruzione che ha come obiettivi quelli di sensibilizzare gli studenti sulle tematiche dell’accoglienza e immigrazione e promuovere buone pratiche di cittadinanza attiva. Tematiche prioritarie per i cittadini di domani sulle quali APICE lavora da anni in collaborazione con le scuole presenti sul territorio cuneese.

Clicca qui per accedere alle ultime statistiche sugli arrivi via mare nel Mediterraneo.

All’ingresso del cimitero di #Lampedusa perché nessuno possa dire di non sapere. #3ottobre Giornata della memoria.

 

 

LASCIA UN COMMENTO